Spedizione gratuita per ordini superiori a € 50,00 SOLO PER LIGURIA E PIEMONTE
prod

€ 13.80 

al KG

*I dati riportati sono in costante aggiornamento in base alle ricette di produzione e alle prescrizioni di legge.
Fare sempre riferimento ai dati presenti sull´ etichetta del prodotto acquistato.

Cod: 560

EAN:

PANETTONE ARTIGIANALE GENOVESE 550 G CIRCA

Un dolce che cucinavano le nostre nonne e che riporta alla mente il Natale di altri tempi, quando l’albero veniva decorato con i mandarini.
La leggenda genovese racconta che nel 1500 Andrea Doria avesse indetto una gara tra i pasticceri genovesi per creare un dolce che diventasse il simbolo della città e della sua ricchezza.

Doveva inoltre potersi conservare a lungo, per esempio durante i viaggi per mare, per questo motivo è detto anche il "pan del pescatore". Come voleva la tradizione, era il Capofamiglia che a Natale, terminato il pranzo, tagliava solennemente il pandolce. La prima fetta era destinata alla mamma "per l’assaggio".

Poi una fetta era messa da parte e donata al primo viandante che bussava alla porta. Un’altra avvolta in un tovagliolo, per essere mangiata il 3 febbraio, giorno di San Biagio protettore della gola, per allontanare influenze e mal di gola. Finalmente, dopo questo tradizionale rituale, si distribuiva il pandolce anche a tutti gli altri commensali.

ARTICOLI CORRELATI